LA NOSTRA STORIA
1

Una passione che continua dal 1970 Nell’aprile del 1970 Maria Grazia e Paolo Ceccon, giovanissimi ma pieni di entusiasmo, decidono di aprire la loro pasticceria in Piazza Carpenedo a Mestre. Paolo, nonostante la giovane età, ha già molti anni di esperienza nel settore: ha appreso l’arte lavorando accanto ai migliori maestri pasticceri di Venezia e provincia, assorbendone la saggezza nella scelta delle materie prime e l’amore per il lavoro di artigiano. Maria Grazia si unisce alla passione del marito e fa del sorriso e della cortesia il punto fermo del servizio alla clientela.
Le millefoglie alla crema, le succulente brioches fragranti del mattino, il ricco assortimento di pastine e pasticcini freschi, praline di cioccolato nonché la biscotteria di altissima qualità contribuiscono a consolidare il successo negli anni e trasformano il piccolo negozio di quartiere in una vera e propria istituzione.
Il rispetto della tradizione nella lavorazione dei prodotti è un principio fondamentale irrinunciabile che Paolo Ceccon ha sempre difeso e portato avanti con orgoglio in tutti questi anni: basti pensare che la crema, ancor oggi, è fatta rigorosamente a mano, senza aromi artificiali, usando le migliori materie prime fresche e prodotte in Italia.

Ma la scintilla della passione dell’artigiano si è accesa inevitabilmente nell’incontro con l’ingrediente più antico e affascinante utilizzato per i prodotti da forno: il lievito madre.Imparare a lavorare la cosiddetta pasta acida, ha richiesto anni di ricerca e di esperimenti per arrivare infine ad un prodotto unico nel suo genere: la focaccia veneziana è allo stesso tempo figlia della tradizione e figlia dell’artigiano che la crea. Ogni pasticcere infonde con la sua tecnica e il suo amore un gusto unico e inconfondibile al prodotto, la focaccia di Ceccon ha tutto il gusto della nostra passione. Nella nostra piccola azienda di famiglia la tradizione vuole che l’amore per l’arte pasticcera si tramandi di padre in figlio: da qualche anno anche Francesco Ceccon si è inserito a pieno titolo nel laboratorio diventando uno dei più giovani artigiani pasticceri della zona. Infine la figlia, Martina Ceccon, madre di tre bellissime nipotine, si occupa di promuovere le vendite in rete.

Dicono di noi

La Nuova Venezia   27 settembre 2010 —   pagina 20   sezione: Nazionale

(...) La pasticceria Ceccon, che si trova proprio in piazza, è rinomata per le sue brioches alle mandorle, ma specialmente per le sue prelibate e impareggiabili focacce tanto leggere da sciogliersi in bocca al primo assaggio. Il caffè è Illy, e anche in questo caso, sono in tanti ad arrivare da tutta la città per fermarsi in pasticceria, tanto da affollare la piazza che la domenica mattina sembra un groviglio di auto abbarbicate ovunque pur di fare una capatina da Ceccon, che nel retro del locale, nel laboratorio, è intento a sfornare paste e dolci. Da segnalare i galani a carnevale, altra ricetta impareggiabile. (…)  (Marta Artico) 


Guida Gambero Rosso

Ottobre 2004  Ceccon: Due le cose che invogliano a spingersi fino da Ceccon: le straordinarie, morbidissime focacce e la golosa millefoglie alla crema. Qui c’è gran folla, soprattutto al mattino per colazione: vanno per la maggiore i croissant, i fagottini di mele, le pastine al riso, i kiefer alla mandorla, tutte bontà accompagnate da caffè e cappuccini di ottima qualità. Gran pubblico pure per l’aperitivo. La scelta. Provate i croissant alla marmellata fragranti, appena sfornati. Ottimi anche il ciambellone e le pastine di riso.

 


bannerini unico-1

Tutto il gusto dellA pAssione

in un prodotto ArtigiAnAle